Homepage personale di

Autori Vari




Antologia del Premio letterario Marguerite Yourcenar 2016


Indice

Prefazione a cura di Maria Organtini – Albo d’Oro del Concorso – Monica Ambrosi – Sergio Baldeschi – Rossana Bianchi – Mariagina Bonciani – Daniela Bottarelli – Bruno Bracchi – Maurizio Cafaggi – Aldo Callari – Tommaso CeveseBenvenuto Chiesa – Jaime Curreli – Emanuela Dalla Libera – Angélica De Carvalho – Anna Maria Di Brina – Loredana Di Corrado – Luciana Faltoni – Tina Ferreri Tiberio – Luca Giacometti – Loredana Giannuzzi – Gorran – Lucia Ingegneri – Maria Laura La Scala – Valentina Lepri – Alberico Lombardi – Lucrezia Lombardo – Chris Mao – Daniele Marchesi – Ombretta Mariotti – Luca Minici – Vera Mocella – Adolfo Sergio Omodeo – Francesco Pasqual – Maria Teresa Piccardo – Cristina Camilla Pizzi – Lucio Postacchini – Giulia Quaranta Provenzano – Maria Ranalli – Emanuele Ratti – Anna Santarelli – Kelly Tamburello – Riccarda Vanzan – Giuseppe Voarino – Gloria Zenorini – Giancarla Zoppetti Giaccaglini


Prefazione

«L’amore per la verità conduce alle più diverse aperture esistenziali: allo studio e all’esperimento, alla contemplazione muta e alla sincerità».

(di Giambattista Torellò “Dalle mura di Gerico”)

Ho scelto quest’introduzione all’opera di Giambattista Torellò perché nei testi poetici di quest’edizione del Premio Yourcenar 2016, mi ha colpito la ricerca dei poeti volta a dare sempre nuove immagini alle emozioni che fanno parte del quotidiano vivere. Preziosa e fresca la poesia che ha guadagnato il 1° posto in questa ventiquattresima edizione “Sfiorando la sera” di Maria Ranalli di Roma che trova l’intimo linguaggio dell’Universo: «…col primo bisbiglio delle stelle. /Palpita una luna pomeridiana». Un colloquio intimo che si fa palese in metafore ben equilibrate e esplicative delle emozioni che hanno ispirato l’autrice. La particolarità di questo Concorso nasce dalla votazione che ogni poeta selezionato dalla Giuria sarà a sua volta invitato a votare per una delle dodici finaliste escludendo se stesso. 2^ classificata è la poesia “Tra vertigine e purezza” di Maria Laura La Scala di Milano che ci confessa: «Alzo lo sguardo/…tra vertigine e purezza». L’intensità d’espressione denota un’attenzione particolare alle proprie emozioni vissute con sincerità. Ecco dove incontriamo questo sentimento così intenso e vitale di cui parlavo all’inizio.
La 3^ classificata “Polvere e rose” di Jaime Curreli di Sanluri (Vs) ci rende palese una sofferenza che vive nel ricordo di momenti irripetibili dove: «…Le mie mille maschere/cadono,Icare, /sulla carta…» e il poeta si trova solo a leggere del suo dolore con immagini che lo rappresentano come in un intimo colloquio.
La vita offre ai poeti mille spunti di riflessione come nella poesia 4° classificata “Seminammo amore” di Vera Mocella di Mercogliano (AV)che rendono l’autrice conscia del suo destino. Il poeta sincero si oppone ad ogni ipocrisia, conosce le regole della vita: «Conosce l’abisso e la cima» come recita la poesia di Anna Santarelli di Rieti “Si fa strada nella notte la parola” 5° classificata che rende palese quest’impulso dell’autrice a cercare il suo “Aggancio di verità”.
Le emozioni possono nascere ovunque basta saperle riconoscere. Così Iria Gorran di Torre d’Isola (PV) le riconosce nella sua poesia “Velare” classificata al 6° posto. La speranza in un domani migliore offre spunti d’amore per un’umanità sofferente dove la misericordia s’affaccia in mezzo al dolore. Questo è il messaggio che Luciana Faltoni di Arezzo 7° classificata c’invia attraverso il suo testo “Piccolo Uomo”. Ogni poeta sogna o rincorre un sogno unico e particolare da cui riesce a trarre l’imput per vivere il suo quotidiano. Rosanna Bianchi di Berlino- Germania 8^ nella sua “Baviera” rincorre le stelle che brillano lontane da lei che tanto le ama!
Le figure storiche si affacciano nella poesia di Riccarda Vanzan di Bagnara (VE) che si è classificata al 9° posto con “Il Velo” dove troviamo una Penelope orgogliosa che ha riconquistato la sua libertà. Il legame tra madre e figlio è quello di un amore che trascende e si perpetua nel tempo trovando sempre nuovi spunti o riferimenti che ne testimoniano la pienezza. Sebbene il titolo di questa poesia scritta da Luca Minici di Massa (MC) classificatasi al 10° posto sia “41” un numero che per l’autore è un simbolo d’unione.
La liberazione totale dai ricordi che molte volte tornano a farci memoria del passato, il poeta riesce a incanalarli nel testo con parametri personali noti alla sua emotività. Si snoda allora nel tempo il mosaico di una vita e resta solo un nome “Giulia…” che diviene il titolo della poesia di Giulia Quaranta Provenzano di Diano Arentino 11^ classificata.
Un elenco di versi a classificare metafore di sentimenti tutti veri e immediati. Partecipazione al dolore di un’umanità che lotta e soffre per raggiungere una méta. La poesia che chiude questa rassegna al 12° posto ha per titolo “Sorrisi sepolti” è stata scritta da Tommaso Cevese di Vicenza, uno spirito libero dove la sincerità è presa di posizione trasparente di fronte agli accadimenti della vita. L’uomo non può cambiare la storia, ma può dare il suo contributo a renderla più umana. Questo è l’adesione che ogni poeta è chiamato a testimoniare.

Maria Organtini
Presidente della sezione Poesia del Premio «Marguerite Yourcenar»


Albo d’oro della ventiquattresima edizione del Premio Marguerite Yourcenar 2016

La Giuria della ventiquattresima edizione del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2016 indetto da Il Club degli autori, presieduta per la sezione Poesia da Maria Organtini, e per la sezione Narrativa da Massimo Barile, dopo attenta valutazione delle opere pervenute, come da bando ha designato le dodici opere finaliste di ciascuna sezione e i rispettivi autori sono diventati automaticamente i designatori dei vincitori. Ciascun finalista (contraddistinto da una lettera dell’alfabeto) ha ricevuto una copia delle opere degli altri undici finalisti e, dopo averle lette, ha espresso il suo giudizio sulle opere degli altri concorrenti elencandole in ordine di merito, escludendo se stesso dalla classifica.
Ed ecco la classifica conclusiva decretata dagli stessi finalisti:

Opera 1^ classificata «Sfiorando la sera» di Maria Ranalli, Roma.

Opera 2^ classificata «Tra vertigine e purezza» di Maria Laura La Scala, Milano.

Opera 3^ classificata «Polvere e rose» di Jaime Curreli, Sanluri (Vs).

Opera 4^ classificata «Seminammo amore» di Vera Mocella, Mercogliano (AV).

Opera 5^ classificata «Si fa strada nella notte la parola» di Anna Santarelli, Rieti.

Opera 6^ classificata «Velare» di Iria Gorran, Torre d’Isola (PV).

Opera 7^ classificata «Piccolo uomo» di Luciana Faltoni, Arezzo.

Opera 8^ classificata «Baviera» di Rossana Bianchi, Berlino – Germania.

Opera 9^ classificata f«Il telo» di Riccarda Vanzan, Bagnara (VE).

Opera 10^ classificata«41» di Luca Minici, Massa (MC).

Opera 11^ classificata «Giulia…» di Giulia Quaranta Provenzano, Diano Arentino (IM).

Opera 12^ classificata «Sorrisi sepolti» di Tommaso Cevese, Vicenza.


Antologia del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2016


Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Chi siamo
La Rivista
La voce degli Autori
Tutti i nostri Autori
Per iscriversi
ClubNews
Il notiziario gratuito
Ultimi inserimenti
Homepage
Per pubblicare
il tuo 
Libro
nel cassetto
Per Acquistare
questo libro
Il Catalogo
Montedit
Pubblicizzare
il tuo Libro
su queste pagine